L’Illusione lunare è un’illusione ottica in cui la Luna appare più grande quando è vicina all’orizzonte rispetto a quando è alta nel cielo. Questa illusione si ha anche per il Sole e le costellazioni. 

Differenza apparente della grandezza lunare

Il fenomeno non è dovuto all’effetto lente creato dalla rifrazione dell’atmosfera, ma si tratta di una semplice illusione ottica. La Luna non appare più grande vicino all’orizzonte a causa del reale effetto di ingrandimento, che è dovuto all’atmosfera terrestre; anzi, la Luna appare circa l’1.5% più piccola quando si trova sull’orizzonte rispetto a quando è alta nel cielo, perché è più distante di almeno un raggio terrestre; inoltre, a causa dell’ellitticità dell’orbita della Luna, il suo diametro angolare (detto anche “dimensione apparente”, ovvero l’angolo tra le linee che collegano i punti estremi dell’oggetto e l’osservatore) può subire variazioni fino a circa il 12%.

Una delle teorie più diffuse, che cercano di spiegare la causa di questa illusione, è che l’osservatore non è in grado di percepire la distanza della Luna quando è allo zenit, o comunque sola nel cielo e senza riferimenti, a differenza di quando è bassa sull’orizzonte, dove alberi, edifici, montagne e la linea dell’orizzonte stesso sono punti di riferimento.

Il cervello umano calcola la grandezza di un oggetto a partire dalla grandezza e dalle informazioni che ha sulla distanza dell’oggetto. Rispetto a punti di riferimento terrestri la distanza della Luna all’orizzonte può venire sovrastimata (gli oggetti più vicini all’orizzonte, di solito, appaiono più distanti degli oggetti che sono invece sopra o sotto la linea dell’orizzonte); di conseguenza, per mantenere la coerenza, se l’immagine nella retina è la stessa ma il cervello percepisce una distanza maggiore, l’osservatore percepirà l’oggetto di una grandezza maggiore della realtà.

Illusione di Ponzo

Come detto, il cervello è capace di dirci quanto è grande un oggetto soprattutto in base al confronto con altri oggetti vicini. Pensiamo alla Luna che sorge dietro montagne lontane: vediamo oggetti (case, alberi, rocce) che sappiamo essere grandi, rimpiccioliti a causa della distanza e dietro di essi vediamo campeggiare il disco del nostro satellite che, per confronto, ci sembrerà molto più grande. 
La nostra sensazione è quindi di una Luna eccezionalmente grande! Quando la Luna si è alzata in cielo, non ci sono più oggetti vicini con cui confrontarne le dimensioni e quindi ci appare di grandezza normale.

Il fenomeno per cui un oggetto posto in fondo ad una “prospettiva” viene percepito come più grande si chiama illusione di Ponzo, in quanto descritta per la prima volta dallo psicologo italiano Mario Ponzo nel 1911, ed è alla base di molte illusioni ottiche usate dagli psicologi per studiare la percezione.

Utilizzo nella fotografia

Da quanto detto finora, risulta evidente che più ci si allontana dall’oggetto di riferimento, più questo tenderà a rimpicciolire, mentre il disco lunare manterrà di fatto la stessa dimensione. Per questo motivo l’osservatore avrà la percezione che la Luna sia diventata più grande, specialmente se la si sta inquadrando con una lunghezza focale molto elevata. Siccome la grandezza apparente della Luna relativamente al soggetto è determinata dalla distanza tra osservatore/fotografo e soggetto stesso, può tornare utile la seguente regola empirica per determinarla: per un soggetto di dimensione D, il fotografo deve essere alla distanza di 100xD dal soggetto per avere la Luna (o il Sole) della stessa dimensione apparente del soggetto.

Fotogallery

Di seguito la mia personale fotogallery (clicca sull’immagine per ingrandirla):

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...