go to english version uk rect

Il Paradiso ad un passo

Il 25 agosto 2017 inizia il nuovo campionato di Serie B ed il match inaugurale è proprio a Parma; avversaria un’altra neopromossa, la Cremonese. E’ incredibile pensare come, nel giro di soli due anni, la società crociata sia già tornata nella serie in cui avrebbe militato in assenza del fallimento (ricordiamoci che sarebbe comunque retrocessa dalla Serie A).

La partita termina con una vittoria di misura (1-0), ma assolutamente meritata e la curva offre una bellissima coreografia. Il ritorno nella serie cadetta riporta a Parma anche tante numerose e coloratissime tifoserie, cosa che era un po’ mancata nei due campionati precedenti. Per questo lo spettacolo sugli spalti è quasi sempre assicurato!

La squadra viene assemblata con l’intento di puntare alla promozione nel giro di un paio d’anni ed effettivamente sembra un gradino sotto a quelle che gli esperti danno per possibili promosse. Il girone di andata si chiude con un buon piazzamento a ridosso delle prime, anche se sembra manchi quel “qualcosina” per compiere il grande salto.

Il mercato invernale viene fatto cercando di puntellare la squadra laddove si sono manifestati vari problemi.

Purtroppo, per scelta a mio avviso incomprensibile, viene salutato “Ciccio” Corapi, beniamino indiscusso dei tifosi, uno dei pochi reduci dalla Serie D (insieme a Mazzocchi, Baraye e Lucarelli). Nonostante a Parma siano transitati tantissimi campioni e fuoriclasse, Ciccio, piccolo, grande e generoso lottatore, resterà nel cuore di ogni tifoso per aver sempre dato tutto per la maglia crociata. Questo è quello che di continuo chiedono i tifosi gialloblu: grinta, lotta, sudore e attaccamento alla maglia. Non importa che tu sia un fuoriclasse o un giocatore arrivato dai dilettanti: se in campo darai questo, farai breccia nei cuori e verrai ricordato in eterno! La standing ovation sotto la Nord, accompagnato mano nella mano dal Capitano, dopo il suo unico gol in serie B con la crociata, ne è la dimostrazione lampante.

Il girone di ritorno però parte molto male, ma dalla sconfitta per 4-0 sul campo di Empoli, squadra che pare obiettivamente di un altro livello, scatta qualcosa e da lì è un vertiginoso crescendo di risultati. In successione si vince in casa ed in trasferta; al Tardini, con l’arrivo della primavera, arrivano i convincenti successi sul Palermo prima (3-2) e sul Frosinone poi (2-0), due delle papabili alla promozione.

La rincorsa al secondo posto sembra quasi terminata, incredibilmente per come si erano messe le cose un paio di mesi prima; però alcune brutte sconfitte, contro squadre alla fine retrocesse, rischiano di compromettere tutto.

L’epilogo: un cerchio che si chiude

Arriviamo al 18 maggio 2018. Esattamente quattro anni dopo l’effimera conquista dell’Europa League, ovvero l’inizio della fine; esattamente come allora non siamo padroni del nostro destino. Sembra essere un cerchio che si chiude.

Per poter conquistare la Seria A dobbiamo vincere contro lo Spezia e sperare che il Frosinone non faccia altrettanto, in casa, contro un Foggia che non ha più nulla da chiedere al campionato. Il Parma riesce ad imporsi per 0-2, in una gara sentita e combattuta, ma sull’altro campo, il Benito Stirpe, fino all’89’ il Frosinone conduce per 2-1 ed è virtualmente promosso.

25/3/2018 - Parma-Foggia 3-1

Proprio in quel fatidico minuto 89 però succede qualcosa di irrazionale: Floriano, attaccante del Foggia, subentrato nella ripresa, fugge in contropiede ed in pallonetto fulmina il portiere avversario! E’ la rete che vale il 2-2, è la rete che vale la promozione in Serie A del Parma. A Spezia, nel settore ospiti, scoppia il finimondo! Gli ultimi minuti sono eterni, la gara termina mentre a Frosinone si continua ancora a giocare. Tifosi e giocatori restano col fiato sospeso in attesa del fischio finale sull’altro campo. Finalmente arriva ed arriva anche il trionfo con una corsa a squarciagola dei giocatori sotto la curva gialloblu! E’ un vero delirio! I Crociati conquistano la Serie A diretta, avendo raggiunto la seconda posizione in classifica alle spalle dell’Empoli. Con questo risultato il Parma è la prima squadra della storia del campionato italiano a conquistare tre promozioni consecutive!

Analogamente all’Araba Fenice, mitologico uccello che risorge dalle proprie ceneri, il Parma Calcio, nel giro di sole tre stagioni, è nuovamente in paradiso. Per il terzo anno di fila Piazza Garibaldi viene presa d’assalto da migliaia di tifosi gialloblu e pure da qualche decina di tifosi foggiani: una parte di questa impresa è anche merito della loro squadra del cuore. La festa promozione andrà avanti tutta notte!

La premiazione al Tardini

Una manciata di giorni dopo, il 27 maggio 2018, allo stadio Tardini va in scena la festa della promozione, con la premiazione ufficiale della squadra da parte della Lega Calcio.

27/5/2018 - Festa promozione in Serie A

Ai festeggiamenti patecipano quasi tutti i componenti delle squadre che in queste tre incredibili stagioni hanno contribuito a questo straordinario traguardo; è veramente bellissimo rivederli e poterli celebrare tutti insieme sul prato verde dell’Ennio! [cliccando qui è possibile rivedere l’intera fotogallery della serata]

27/5/2018 - Festa promozione in Serie AVerso la fine della serata, il “Capitano” Alessandro Lucarelli sale sul palco per un lungo e commovente discorso: come era già nell’aria, annuncia il suo addio al calcio giocato. Una delle più grandi bandiere del Parma Calcio si ritira definitivamente dopo 10 intense stagioni e dopo aver riportato la squadra dove si trovava al momento del fallimento. La sua promessa “Sono morto con il Parma, rinascerò con il Parma!” è stata mantenuta. La maglia verrà ritirata e il ‘suo’ numero 6 non sarà più assegnato!

E’ stato un cammino lungo tre anni, strano, suggestivo ed indimenticabile, percorso a velocità supersonica: non dobbiamo mai dimenticare chi eravamo, dove ci hanno fatto sprofondare, cosa abbiamo passato e cosa stiamo incredibilmente vivendo! Dopo tutto questo, nulla ci deve fare veramente più paura.

27/5/2018 - Festa promozione in Serie A

—– ENGLISH VERSION —–

One Step to Heaven

On 25th august 2017 Serie B starts and first math is in Parma. Against us another team from Lega Pro, Cremonese. It is unbelievable how, in just two months, Parma was already back in the league where we would have played without the bankruptcy.

Match ends with a totally deserved short win (1-0), with great choreography by the Curva. Being back into serie B means to find many colorful fan bases, something that we missed in last two years. So time on the stands is often enjoyable!

Team is made up to try jump into serie A in a couple of seasons, in fact it seems a bit under the level of the most accreditate Clubs. We end the first round staying close to the firsts but it seems that something is still missing.

During winter transfers there is the try to resolve some problems.

Unfortunately, with what I consider doubt decision, we have to salute “Ciccio” Corapi, fans idol, one of the few Serie D players (together with Mazzocchi, Baraye and Lucarelli). Even if many champions passed from Parma, Ciccio, little big fighter, will always have a place in Crusaders heart for the intensity and the dedication he always demonstrated. This is what Parma fans ask: determination, sweat, passion. It doesn’t matter if you are a champion or if you comes from Serie D: if you demonstrate dedication you’ll be in supporters’ heart forever! The standing ovation in front of Curva Nord, after his only goal in Serie B, demonstrates all this.

Half part of the season start really bad, with a 4-0 loss in Empoli, against a team it seems evidently of another level, but since then something changes and it is an incredible rise. We win home and away matches; in Tardini, in spring time, we have some important success against Palermo (3-2) and Frosinone (2-0), two teams that aim to be promoted.

The run to the second place seems ended, unbelievably considering where we were two months before, but some bad loss, against teams that would be relegated, risk to destroy everything.

Epilogue: closing the circle

Then we arrive at 18th may 2018. Exactly four years after that inconsistent conquer of an Europa League place, aka the beginning of the end, and exactly like that day we are not the judge of ourselves. It seems a circle that is being closed.

To be promoted we need to win against Spezia and hope that Frosinone will not win, in a home match, against Foggia, that has no interest in making points. Parma wins 0-2, in a tough match, but on the other field, Benito Stirpe, until minute 89 Frosinone lead 2-1 and is promoted.

In that minute 89 something incredible happens: Floriano, Foggia striker, entered in the second half, after a counter attack scores. It’s 2-2, it is the goal that means Parma promotion in Serie A. In Spezia, in away fans stand, it’s a delirium! Last minutes lasts an eternity, the match ends when in Frosinone they are still playing. Fans and players stand there without breathing waiting for the end of Frosinone match. Finally it arrives and the players run towards the Curva! It’s amazing! Crusaders conquer the direct promotion to Serie A, with the second place in the league, after Empoli. With this result, Parma is the fist team in the history of Italian Football to conquer three straight promotions!

As the Phoenix, the bird that reborn from his ashes, Parma Calcio, in only three seasons, it’s in heaven again. For third straight year Piazza Garibaldi is filled with thousand gialloblu fans and also some Foggia fans: a part of that party was possible also thanks to their team. Promotion party will last all night long.

Tardini celebration

Few days later, on 27th may 2018, there are in Tardini the celebration for the promotion and the Lega Calcio assignment of the trophy.

27/5/2018 - Festa promozione in Serie A

The even a big part of the players that contributed to last three season was invited: it is emotional to see all them an celebrate all together on Ennio’s pitch! [clicking here you can see the full photo gallery of the event]

27/5/2018 - Festa promozione in Serie A

At the end, Captain Alessandro Lucarelli jump on the stage for a long, moving speech: as many of us already knew, he announce that will leave played football. One of the bigger icon that Parma Calcio ever had retires after 10 intense seasons and after bringing back the Club where it was when we failed. His promise: “With Parma i died, with Parma i will reborn!” became reality. His number 6 will be retired and nobody will ever use it.

It was a three years long journey, unforgettable, at a supersonic speed: we never have to forger who we were, where they let us fall, what we passed through and what we are living! After all this, nothing ever can scare us.

go to italian version italy rect

translation by Giorgio Martini

 

Una risposta a "Come l’Araba Fenice: il Paradiso ad un passo"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...